Rata mutuo Inpdap 2015

Come ottenere un mutuo Inpdap 2015 per acquisto prima casa

La necessità di ottenere liquidità extra credito è un’esigenza che non riguarda solo disoccupati e cassaintegrati, ma spesso anche chi ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Sono molte infatti le richieste di mutuo avanzate da lavoratori dipendenti sia pubblici che privati. A tal proposito, per agevolare dipendenti e pensionati del comparto pubblico, l’Inps eroga mutui a condizioni agevolate per l’acquisto della prima casa.

Si tratta dei finanziamenti ex Inpdap, accessibili esclusivamente a quanti non risultano proprietari di un immobile ad uso abitativo sito sul territorio nazionale, che desiderano acquistare una casa non di lusso da adibire a residenza principale.

Ai fini dell’accesso al credito è fondamentale che il richiedente sia un dipendente pubblico assunti con contratto di lavoro a tempo indeterminato o un pensionato iscritto da almeno tre anni alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo di credito attraverso cui sono erogati i finanziamenti).

Caratteristiche del finanziamento e simulazione rata mutuo Inpdap

L’importo massimo erogabile è di 300 mila euro e il piano di rimborso può durare 10, 15, 20, 25 o 30 anni. Il tasso di interesse può essere sia fisso che variabile. Nel primo caso sia ha un tan del 2,95% per l’intera durata dell’ammortamento.

Scegliendo un mutuo a tasso variabile, invece, è previsto un interesse del 3,50% per il primo anno e, a partire dalla terza rata, un tasso pari all’Euribor a 6 mesi maggiorato di 90 punti base. Fa fede il valore del parametro rilevato il 30 giugno o il 31 dicembre del semestre precedente alla sottoscrizione del contratto di mutuo.

Ma come calcolare la rata mutuo Inpdap? Attualmente l’Inps non mette a disposizione alcun servizio per la simulazione della rata mutuo Inpdap. Tuttavia è possibile effettuare un calcolo preventivo al momento della compilazione della richiesta telematica. In tal caso, infatti, il richiedente ha un prospetto chiaro del piano di ammortamento.

Come presentare una richiesta di mutuo Inpdap

I pagamenti mensili avvengono tramite MAV precompilati, che gli iscritti Gestione Dipendenti Pubblici possono visualizzare a stampare accedendo all’area riservata del sito Inps, tramite il percorso: “Servizi Online – Portale dei Pagamenti – Mutui Gestione Dipendenti pubblici”.

La domanda deve essere redatta sull’apposito modulo di domanda e corredata di tutta la documentazione richiesta dal Regolamento Mutui Inps. L’invio può avvenire esclusivamente in via telematizzata nelle finestre temporali predisposte, ossia dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre. Le domande con documentazione incompleta sono rigettate.

RelatedPost

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *