Mutuo INPDAP per militari

L’accesso al mutuo INPDAP per i militari

Per determinate categorie di soggetti, come i militari e forze dell’ordine, nel caso di richiesta di un mutuo è possibile ricevere dei tassi agevolati attraverso l’ex INPDAP. Con il termine militari e forze dell’ordine, in Italia, si considerano, la Polizia di Stato, i Carabinieri, Guardia di Finanza, Esercito e Marina Militare.

Per gli appartenenti a queste realtà, poter accedere a un prestito o a un mutuo garantito può essere un qualcosa di molto importante. Grazie all’iscrizione all’ex INPDAP, INPS sarà possibile utilizzare parte del proprio stipendio e della pensione, al fine di aver accesso a un credito aggiuntivo. Ma quali sono i mutui previsti dall’INPDAP? Come si accede al credito garantito?

Mutuo INPDAP: Quali sono le caratteristiche

L’INPDAP è l’acronimo per identificare l’Istituto Nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti della pubblica amministrazione. Venne istituito nel 1993, con l’intento di convogliare in esso una serie di altri enti.

Tra le sue funzioni vi era quella del rilascio di stipendi e dell’accumulo dei pagamenti dei contributi a fini pensionistici. Prevedeva anche la possibilità di garantire una serie di prestiti e di mutui ai suoi iscritti, al fine di agevolare l’accesso al credito. Grazie a questo ente, coloro che avevano uno stipendio, oppure una pensione, potevano far richiesta di un prestito o di un mutuo e nella maggior parte delle volte, se persistevano le condizioni, ottenerlo.

Tra questi soggetti, sono inclusi anche i militari, quindi carabinieri, polizia di stato, esercito e marina. L’INPDAP nel 2012 è stata inclusa nell’INPS, la quale ha assorbito le sue funzioni e continua a elargire mutui agevolati alla categoria specifica dei militari. Ma quali solo le caratteristiche?

L’INPDAP prevede una serie di prestiti e dei mutui a tasso agevolato che vengono garantiti direttamente dall’ente attraverso il Fondo Rischi INPS. Inoltre negli anni sono state sottoscritte una serie di convenzioni con istituti bancari e finanziarie le quali permettono di ottenere dei mutui agevolati grazie alle garanzie reali previste dall’appartenenza all’INPDAP.

Le condizioni per avere il mutuo INPDAP per Polizia di Stato e Carabinieri

Per prima cosa è importante considerare che per richiedere questo prestito sono necessarie una serie di condizioni:

  • appartenenza ai militari: l’elemento base e fondamentale al fine di poter accedere a un mutuo agevolato è quello di essere iscritto all’ex INPDAP e appartenere a una delle forze dell’ordine o forze armate che hanno diritto all’accesso a un credito agevolato. I militari devono essere regolarmente in carica o avere diritto alla pensione. Solo in questo caso si potrà fare richiesta del mutuo;
  • statino paga o pensione: per ricevere il mutuo sarà necessario presentare il proprio documento d’identità valido, l’eventuale tessera di appartenenza alle forze militari o dell’ordine. Inoltre sarà richiesto lo statino paga o la pensione che attesti l’appartenenza alla categoria di polizia di stato, carabinieri, guardai di finanzia o militare dell’esercio e marina;
  • eventuali finanziamenti a carico: la richiesta del mutuo, è strettamente collegata alla presenza di altri finanziamenti che sono a carico del mutuatario. Per legge, l’importo complessivo delle rate di un mutuo non deve poter superare il valore del quinto dello stipendio, in modo da garantire la restituzione comoda dell’importo richiesto al mutuante.

Le finalità del mutuo per militari

Il mutuo per i militari può avere diverse finalità:

  • acquisto prima casa: potrà essere richiesto per effettuare l’acquisto della casa in cui si vivrà. Potrà essere richiesto direttamente il prestito all’INPDAP, oppure a un istituto bancario convenzionato. L’importo delle rate verrà sottratto direttamente dallo stipendio e dalla pensione del mutuatario, garantendo così al mutuante una garanzia reale;
  • seconda casa: il prestito potrà essere richiesto anche con finalità diverse dall’acquisto del luogo adibito ad abitazione. Sarà possibile anche ottenerlo, per esempio, per realizzare il sogno di un secondo immobile sia da uso abitativo che non, come per esempio casa di villeggiatura o garage;
  • spese varie e sopravvenute: inoltre sarà possibile anche utilizzare il credito per finalità differenti, come ristrutturazione, spese mediche, eventi sopravvenuti in cui è necessaria una certa liquidità.

Come richiedere il mutuo per militari: I tassi agevolati e i vantaggi

I mutui INPDAP, prevedono un TAN e un TAEG agevolato rispetto a quelli ordinari. Questo vale sia per quelli ottenuti direttamente dall’ente Nazionale, che attraverso un istituto di credito convenzionato.

L’importo e le rate sono strutturate in base allo stipendio e al cedolino della pensione. In ogni caso non sarà possibile superare il quinto dello stipendio. Le garanzie sono molto alte e questo permettono di ottenere quasi sempre questa tipologia di mutuo.

Infatti è presente lo stipendio o la pensione, con l’accredito diretto in busta paga. Inoltre l’ex INPDAP obbliga il mutuatario a essere iscritto anche al Fondo Rischi dell’INPS.

Questo fondo interviene in caso di morte del sottoscrivente. Grazie ad esso se viene meno la condizione fondamentale per la richiesta del mutuo, ovvero lo stipendio e la pensione, sarà l’INPDAP ad estinguere il debito rimasto, soddisfacendo le richieste del mutuante.

Notizie sui mutui inps ex inpdap

Mutui Inps prima casa: richiedi fino a €300mila Mutui ex Inpdap Inps prima casa: come funzionano L’accesso al credito è una scelta da considerare con attenzione soprattutto quando si tratta di finanziamenti destinati all’acquisto della prima casa. Un impegno che si protrae spesso per decine di anni. I mutui Inps prima casa sono una soluzione che...
Mutuo ipotecario Inpdap: cos’è e come funzio... Il mutuo ipotecario Inpdap può essere concesso ai dipendenti pubblici titolari di un contratto di lavoro a tempo indeterminato iscritti alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali da non meno di tre anni. Mutui Inpdap: la durata e il limite massimo Il mutuo ipotecario In...
Mutuo inpdap nuovi tassi: meglio fisso o variabile... Già dal primo luglio 2015 sono state apportate le modifiche ai tassi di interesse applicati a tutti i mutui Inpdap con un Tan che è passato da un 3,75% al 2,95%, notizia piacevolmente accolta da tutti i mutuatari Inpdap. Una delle novità interessa i dipendenti pubblici titolari di mutuo o in proc...
Si può richiedere un Mutuo Inpdap con altri presti... Quando si hanno dei prestiti spesso si aspetta per acquistare casa che arrivino tempi dove si possa avere maggior credito. Non si valuta mai però che non si deve fare di tutta l'erba un fascio, perché esistono dei casi in cui si possono valutare delle soluzioni alternative per poter ottenere il cred...
Mutuo edilizio ex Inpdap Inps per la prima casa Il mutuo edilizio erogato dall’Inpdap consente di usufruire di una prestazione economica finalizzata alla costruzione o alla ristrutturazione della prima casa d’abitazione. Si tratta di un’opzione molto vantaggiosa, grazie alla quale è possibile ristrutturare casa chiedendo un finanziamento a tasso ...