Mutui prima casa Intesa Sanpaolo: le opzioni a tasso fisso e variabile

I mutui prima casa Intesa Sanpaolo sono piani molto vantaggiosi, che vengono incontro anche ai clienti più giovani e privi di un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Mutui prima casa banca Intesa Sanpaolo: il mutuo Domus Superflash

Nel novero dei mutui prima casa Intesa Sanpaolo è presente il prodotto Domus Superflash. Che caratteristiche ha? Prima di tutto il fatto di essere riservato a un’utenza di età compresa tra i 18 e i 35 anni, poi la possibilità di chiedere un finanziamento massimo pari al 100% del valore dell’unità immobiliare secondo perizia.

Mutuo 100 prima casa Intesa Sanpaolo: altri requisiti

Quali sono i requisiti per l’accesso ai mutui prima casa Intesa Sanpaolo e alla formula Domus Superflash in particolare? Oltre all’età è bene ricordare alcune regole relative alla situazione lavorativa dei richiedenti.

I titolari di un contratto di lavoro dipendente devono risultare assunti a tempo indeterminato, mentre i liberi professionisti devono vantare un’anzianità lavorativa superiore ai 2 anni.

Questa tipologia di mutuo è richiedibile anche da parte dei lavoratori atipici, a patto che risultino assunti a tempo determinato da un periodo di tempo superiore ai 6 mesi. Ai cittadini di nazionalità non italiana è invece richiesta un’anzianità lavorativa superiore ai 3 anni solari.

Mutui prima casa Intesa Sanpaolo: informazioni sulla durata

I mutui prima casa Intesa Sanpaolo e la formula Superflash in particolare sono caratterizzati da una durata compresa tra i 10 e i 40 anni in caso di scelta di un piano di ammortamento a tasso fisso.

Se invece il piano è a tasso variabile si parla di un range compreso tra un minimo di 10 anni e un massimo di 30 anni.

Tasso mutuo prima casa Intesa Sanpaolo: tutte le informazioni

Cosa c’è da sapere sul tasso mutui prima casa Intesa Sanpaolo? Rimaniamo nell’ambito dell’opzione Superflash e ipotizziamo la scelta del tasso fisso per un mutuo da 100.000€ da rimborsare in 40 anni. In questo caso il tasso, stabilito al momento della stipula del contratto, risulterebbe pari al 2,70%.

Facciamo un’analisi specifica presupponendo la scelta di un mutuo a tasso variabile, con finanziamento di 100.000€ e piano di ammortamento della durata di 30 anni. In questo specifico caso il tasso sarebbe da calcolare sulla base dell’Euribor 1 mese, maggiorato di uno spread dell’1,80%. Il TAEG per la formula a tasso variabile corrisponde all’1,84%.

I mutui Intesa Sanpaolo prevedono spese di perizia e d’istruttoria, corrispondenti rispettivamente a 320 e 700€. In caso di temporanea difficoltà economica e dopo aver pagato regolarmente almeno 24 mesi di piano di ammortamento è possibile avvalersi dell’opzione Sospensione Rate, richiedibile fino a 6 mesi consecutivi.

Un’altra alternativa molto interessante è la flessibilità durata, che consente di prolungare il ciclo di vita del finanziamento aggiungendo 5 anni (10 in caso di tasso variabile).

Notizie sui mutui inps ex inpdap

Come incide lo spread sui mutui? La guida al credi... Chiedersi come incide lo spread sui mutui vuol dire porsi una domanda fondamentale quando si progetta la sottoscrizione di un contratto di mutuo, sia esso a tasso fisso o a tasso variabile. Spread: di cosa si tratta Prima di capire come incide lo spread sui mutui è fondamentale capire di cosa parl...
Inpdap Mutui Ipotecari, ricevi fino a 300mila euro... Inpdap mutui ipotecari 2015: i beneficiari del finanziamento Sei alla ricerca di un finanziamento per l’acquisto dell’abitazione principale? Sei dipendente o pensionato pubblico? Allora la soluzione che stai cercando si chiama “Inpdap mutui ipotecari”. Ecco come funzionano. I mutui ex Inpdap Inp...
Mutui a confronto: la guida per scegliere con sicu... I mutui a confronto costituiscono la migliore alternativa per scegliere il piano di ammortamento più adatto alle proprie esigenze sia dal punto di vista della durata, sia per quanto riguarda la sostenibilità della rata. Mutui a confronto tasso variabile: qualche proposta interessante Quando si par...
Mutui ex Inpdap 2015 per acquisto prima casa Inps ex Inpdap mutui ipotecari: a chi sono rivolti La Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps (ex Inpdap) concede, a dipendenti e pensionati del comparto pubblico, mutui agevolati per l’acquisto della prima casa. Si tratta di finanziamenti ipotecari erogati dalla Gestione unitaria autonoma delle pre...
Mutui prima casa Inpdap 2015 Mutui prima casa Inpdap 2015 per dipendenti e pensionati L’acquisto dell’abitazione principale coincide con un nuovo inizio, l’opportunità di costituire la propria famiglia in assoluta indipendenza. Si tratta anche però di un importante impegno economico, che accompagna il mutuatario per molti anni...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *