Requisiti mutuo Inpdap: come richiedere fino a 300mila euro

Mutui Inpdap prima casa: cosa sono e chi li eroga

Con la soppressione dell’Inpdap, tutte le pratiche relative a dipendenti e pensionati del comparto pubblico sono diventate di competenza dell’Inps. Attraverso la Gestione Dipendenti Pubblici (nota anche come Gestione ex Inpdap) l’istituto si occupa di erogare i servizi dedicati agli iscritti ex Inpdap. Tra le prestazioni garantite troviamo i mutui Inpdap, finanziamenti ipotecari erogati a condizioni agevolate.

I mutui Inpdap sono concessi solo per l’acquisto unità immobiliari da adibire ad abitazione principale o per la surroga di finanziamenti già in corso con istituti di credito. I mutui sono concessi direttamente dall’Inps, tramite la Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo credito dell’istituto).

Requisiti mutuo Inpdap per l’acquisto della prima casa: a chi sono rivolti

Per quanto riguarda i requisiti mutuo Inpdap, la prestazione è riservata agli iscritti in attività di servizio con contratto a tempo indeterminato e ai pensionati iscritti alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali. In quest’ultimo caso, è prevista un’anzianità di iscrizione alla Gestione unitaria di almeno 3 anni.

Ai fini dell’accesso al credito è necessario anche che l’iscritto e i componenti del suo nucleo familiare non risultino proprietari di un’altra abitazione sita sul territorio nazionale. Fanno tuttavia eccezione alcune particolari ipotesi previste dal Regolamento Mutui Inps (sul sito ufficiale dell’Inps è possibile consultare il regolamento accedendo alla sezione “Documentazione” della pagina dedicata ai mutui ipotecari).

Requisiti mutuo Inpdap: tassi di interesse e richiesta mutuo

Per quanto riguarda le condizioni di rimborso, il piano di rimborso può durare 10, 15, 20, 25 o 30 anni, e il tasso di interesse può essere sia fisso che variabile. Sottoscrivendo un finanziamento a tasso variabile si ha in tasso di interesse pari al 3,50% per il primo anno, mentre a partire dalla terza rata semestrale si applica un tan variabile definito in base al valore dell’Euribor a 6 mesi maggiorato di 90 punti base.

Per i mutui a tasso fisso invece è previsto un interesse pari al 2,95% per l’intera durata del piano di ammortamento. L’importo massimo erogabile è pari a 300 mila euro, comprese le spese per eventuali pertinenze. Il rimborso delle rate avviene tramite MAV precompilati resi disponibili al mutuatario dall’Istituto.

Attraverso il portale ufficiale dell’Inps, l’iscritto può reperire i MAV tramite l’area riservata, utilizzando il percorso: Home – Servizi Online – Portale dei Pagamenti – Mutui Gestione Dipendenti pubblici – Accesso utente con codice PIN. La domanda, corredata di tutta la documentazione richiesta, va inviata in via telematizzata durante le finestre temporali predisposte: dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre.

Notizie sui mutui inps ex inpdap

Mutuo Inpdap 2017: le offerte vantaggiose di BNL Mutuo Inpdap 2017: le proposte di tasso fisso e variabile di BNL BNL del Gruppo Paribas offre ai propri clienti diverse proposte di mutuo Inpdap 2017 per dipendenti pubblici, privati e pensionati. Inviando semplicemente una richiesta online direttamente dal proprio computer di casa è possibile acce...
Mutuo Inpdap: era più conveniente? L’adeguam... Il mutuo Inpdap era un mutuo agevolato dedicato ai dipendenti pubblici e ai pensionati, che rispettavano i requisiti per farne richiesta per l'acquisto della prima casa. Il mutuo Inpdap era cosi chiamato perché se ne occupava l'Istituto nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti dell'a...
Mutuo poste italiane convenzione Inpdap al 2,95% f... Mutui e prestiti Inpdap a condizioni agevolate: chi può richiederli L’Inps, il principale ente italiano per la previdenza, offre ai suoi iscritti l’accesso a linee di credito a tassi agevolati. I finanziamenti Inps si dividono in prestiti e mutui e possono essere erogati sia dall’ente, che da banch...
Mutui tasso misto: come funzionano, convengono? I mutui tasso misto sono una formula che prevede il passaggio da un piano di ammortamento a tasso variabile a tasso fisso o viceversa, dati gli spread definiti. È possibile per il mutuatario rinegoziare il proprio piano di ammortamento solo se regolamentato all’accensione del mutuo o per facoltà ...
Come ottenere un mutuo prima casa: i consigli da s... Sono realmente numerose le coppie che sognano di acquistare un immobile, sempre più spesso però vedono rigettare le richieste di mutuo in quanto numerose sono le garanzie pretese da banche ed istituti di credito, ma in questo particolare periodo economico come ottenere un mutuo prima casa? Chiedere...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *